Le Spiagge
Booking online by Hotel.BB

Le spiagge

Cala Violina, Cala Martina e Cala Civette

Situata tra le città di Follonica e Punta Ala all’interno della riserva naturale delle Bandite di Scarlino si trova la spiaggia più bella della Maremma Toscana la famosa Cala Violina. Questa baia è bagnata dalle limpide acque del mar Tirreno con alle spalle una fitta distesa di macchia mediterranea. Questo sito naturale è raggiungibile solo a piedi o in bicicletta seguendo un sentiero segnalato all’interno della pineta pineta. La spiaggia è priva di servizi e stabilimenti così da tutelare il suo aspetto naturale e selvaggio.

Cala Violina deve il suo particolare nome ad una specifica caratteristica legata alla sabbia che ricca di quarzo emette, camminandoci sopra, un suono che ricorda quello del violino. Poco distante da questa spiagge si trovano altre due baie altrettanto belle e selvagge: Cala Martina e Cala Civette.

Cala Martina è una distesa di sabbia e ciottoli circondata dai promontori di Punta Francese e Punta Martina, dalla quale prende il nome. Un luogo di pace e silenzio completamente avvolto dalla macchia mediterranea. Questa spiaggia è nota alle cronache per essere stata il teatro di un evento storico riguardante il famoso eroe dei due mondi: Giuseppe Garibaldi. Secondo alcuni racconti, il condottiero si rifugiò a Cala Martina per sfuggire alle guardie pontificie. Da qui con l’aiuto dei locali, Garibaldi si imbarcò su un peschereccio che lo portò in salvo.

L’altro gioiello nascosto tra la natura selvaggia delle Bandite di Scarlino è Cala Civette. Questa spiaggia vanta un panorama unico che spazia dal promontorio di Punta Ala fino a quello di Piombino. Il posto oltre che per la sua bellezza è conosciuto per la pesca di spigole e cefali, inoltre risultano molto interessanti anche i sentieri che si aprono nella macchia che conducono alle altre cale e alla necropoli di Poggio Tondo, dove sono visibili 4 sepolture risalenti al VII secolo a.c

Le altre spiagge della Maremma: 

Spiagge di Follonica

La baia che si sviluppa davanti la cittadina di Follonica è formata da sabbia fine e presenta un fondale che digrada dolcemente. Qui trovate sia stabilimenti balneari bar che lunghi tratti di spiaggia libera. 

Proseguendo sul versante di ponente (in direzione di Punta Ala) troviamo le seguenti spiagge:

Carbonifera è distante 5 km dal centro di Follonica e prende il nome dalla torre ottocentesca che tutt’oggi domina la spiaggia, questo faro fungeva da scalo commerciale dove veniva imbarcato il carbone estratto nelle vicine miniere. Raggiungerla è piuttosto semplice poiché il parcheggio dista solo 100 mt dall’arenile.

La baia è formata da sabbia chiara e fine alle spalle della quale si trovano le caratteristiche dune costiere ombreggiate dai pini domestici. La Carbonifera fa parte del Parco Costiero della Sterpaia. Qui sono presenti spiaggia libera e stabilimenti balneari, inoltre il fondale basso e sabbioso rendendola adatta alle famiglie con bambini.

Torre Mozza è distante 3 km dal centro di Follonica si tratta di una baia “sorvegliata” da un’antica torre risalente al 1500. Lungo la baia ci sono sia stabilimenti balneari che spiaggia libera. Ricordiamo che anche di Torre Mozza fa parte del Parco Costiero della Sterpaia. La spiaggia è famosa anche per la sua scogliera in parte sommersa che secondo alcune leggende potrebbe essere un tratto dell’antica via Aurelia. 

Il Boschetto, Pratoranieri ed il Lido, invece, sono le tre spiagge più vicine al centro abitato di Follonica, le ultime del versante di ponente. Il Lido è facilmente raggiungibile a piedi mentre per le altre due è consigliabile utilizzare la bicicletta. In questo tratto di litorale avrete l’imbarazzo della scelta per quanto riguarda gli stabilimenti balneari, tuttavia sono anche presenti degli ampi tratti di spiaggia libere per accontentare anche gli amanti del “fai da te”. Dalle rive di queste baie nelle giornate limpide  è possibile scorgere all’orizzonte l’isola d’Elba, Montecristo e alcune volte anche la Corsica.

Sul versante di levante invece, proseguendo sempre verso sud, troviamo La Polveriera che dista circa 3 km dal centro storico di Follonica. In questo tratto di costa il fondale è molto basso e nei momenti di bassa marea si formano delle secche che affiorano dal mare e sono facilmente raggiungibili a nuoto.

A 7,5 km dal centro di Follonica invece, c’è Cala Martina una delle tre spiagge più famose delle Bandite di Scarlino, molto apprezzata dagli amanti della natura per il suo aspetto selvaggio e incontaminato. Cala Martina si raggiunge passando dalla località Puntone oppure da Pian d’Alma, per farlo si consiglia di indossare scarpe comode e di armarsi di spirito d’avventura, in quanto la baia è accessibile solo tramite un sentiero da percorrere esclusivamente a piedi o in bicicletta. Lungo il percorso si trova il monumento intitolato alla storica figura di Giuseppe Garibaldi in ricordo della sua fuga dalle guardie pontificie.

Seguono in ordine di distanza dal centro storico di Follonica: Cala Violina, la spiaggia più bella della Maremma, famosa per la sua sabbia canterina e Cala Civette, altra spiaggia celebre dell’area protetta delle Bandite di Scarlino, la quale dista 11 km dal centro storico della città del ferro. Entrambe le spiagge sono sprovviste di stabilimenti e di servizi così da tutelare il loro aspetto incontaminato.

A 12 km da Follonica si trova inoltre la spiaggia di Casetta Civinini. Per raggiungerla si deve prendere la Strada delle Collacchie (SP153) ed una volta giunti in località Pian d’Alma girare in direzione di Punta Ala e dopo 4 km si trova il parcheggio che serve la baia. Casetta Civinini è un tratto di costa lungo circa 6 km formato principalmente da spiaggia libera.

Spiagge Scarlino

Scarlino ha una costa lunga ben 11 km nella quale si alternano spiaggia libera, stabilimenti balneari e cale nascoste nella macchia mediterranea. Nel versante nord ovest troviamo il Puntone un’area sabbiosa con un fondale poco profondo e una grande pineta. La spiaggia è di facile accesso data la vicinanza con la S.P. 158. Un piccolo tratto di questa baia è diventato nel 2014 la “spiaggia delle tartarughe” a seguito di una rara nidificazione della “Caretta Caretta”. Data l’importanza del fenomeno, il comune di Scarlino insieme a Legambiente ha deciso di inserire cartelli informativi per i bagnanti che invitano proprio al rispetto di questo anima e della spiaggia.

A sud del Porto di Scarlino troviamo le prime spiagge della riserva naturale delle Bandite di Scarlino. Le Cale delle Bandite sono in ordine dalla più vicina alla più lontana rispetto al piccolo borgo di Scarlino: Cala Martina nota anche come la spiaggia di Garibaldi in virtù del monumento in memoria dell’eroe dei due mondi, segue Cala Violina considerata la spiaggia più bella della Maremma, celebre per il suono emesso dalla sabbia ed infine si trova Cala Civette che prende il nome dalla torre situata sopra all’altura. Tutte le spiagge delle Bandite di Scarlino sono sprovviste di servizi e raggiungibili solo a piedi seguendo un apposito sentiero nella pineta o via mare.

Spiagge Castiglione della Pescaia

La spiaggia principale di Castiglione della Pescaia è raggiungibile a piedi dal paese perché si estende proprio davanti al centro storico. Una striscia di sabbia suddivisa in due: il tratto che corre in direzione Punta Ala viene chiamata spiaggia di Ponente ed è solitamente molto frequentata perché ricca di stabilimenti balneari, bar e ristoranti. La sabbia dorata, il basso fondale e le acque limpide la rendono ideale per le famiglie. Mentre dal porto di Castiglione in direzione di Marina di Grosseto si estende il tratto di baia opposto la spiaggia di Levante. Assomiglia in tutto e per tutto al litorale di ponente, con in più il vantaggio di essere meno conosciuta e dunque meno frequentata. 

Lungo il tratto di costa che si stende da Castiglione della Pescaia verso nord, in direzione di Punta Ala si trova la spiaggia più famosa della zona: le Rocchette. La baia è composta da sabbia fine e da un lungo tratto di scogliera che forma un fondale roccioso ideale per gli amanti dello snorkeling e delle immersioni. La spiaggia è immersa totalmente in cespugli di macchia mediterranea, niente di meglio per una vacanza a tutto relax disconnessi dal resto del mondo.

Altra spiaggia molto bella del comune di Castiglione della Pescaia si trova lungo la costa in direzione Marina di Grosseto ed nota come di Marze. Si tratta di 6 km di sabbia color oro, con alle spalle un’immensa distesa verdeggiante che prende il nome di Pineta del Tombolo. Lungo questo tratto di costa sono presenti stabilimenti, punti di ristoro, anche se nel complesso la spiaggia delle Marze risulta più adatta per gli amanti della natura selvaggia.

L’Argentario e le sue spiagge

Non si può parlare di Maremma senza citare il bellissimo promontorio del Monte Argentario: una sublime montagna a picco sul mar Tirreno ricca di insenature naturale e calette nascoste.

L’Argentario ha quasi una forma di un’isola, se non fosse per due piccole strisce di terra che lo uniscono alla costa. Queste due zone sono tra le spiagge più popolari di questa località e prendono il nome di Giannella e Dune della Feniglia. Anche l’uomo ha contribuito a unire l’Argentario con l’entroterra attraverso la strada artificiale che taglia in due la laguna di Orbetello. Questa è una delle mete balneari più importanti dell’intera Maremma scelta non solo per le sue spiagge color oro e il suo mare limpido, ma anche per i suoi suggestivi borghi tra cui Porto Santo Stefano, la principale via di comunicazione con le maggiori isole dell’arcipelago toscano.

Tra le spiagge più famose della costa d’Argento segnaliamo:

La spiaggia dell’Acqua Dolce, una mezzaluna di sabbia e ciottoli che si allunga sul versante orientale del Monte Argentario. A colpire di questa baia sono le sfumature del mare che variano dal blu cobalto al verde smeraldo. Questa spiaggia è  ideale per chi ama fare tuffi dalla scogliera e nuotare in acque profonde. Il momento più indicato per visitarla è la mattina presto, poiché durante la giornata tende a essere affollata.

Le Cannelle prende il nome della torre medievale che domina dall’alto la spiaggia. La baia fa parte della zona tutelata del parco della Maremma. Libera e piena di ciottoli, le Cannelle è un’immersione completa nella natura selvaggia, un luogo da sogno dove prendere il sole sopra gli scogli e godersi lunghe nuotate in mare aperto.

Cala del Gesso è una delle meraviglie nascoste dell’Argentario, nonché una delle spiagge più difficili da raggiungere di tutta la zona. La baia si trova in fondo ad un sentiero di circa 800 metri con un dislivello di oltre 130 metri. I più fortunati avranno modo di raggiungerla in barca facendo il bagno nell’acqua blu cobalto che bagna le sue rive.

Cala Grande è una spiaggia posta sul versante occidentale del Monte Argentario ed è accessibile sia via mare, che via terra. Il percorso per giungere in questa oasi maremmana è molto insidioso poiché ci vogliono circa 25 minuti di camminata nella macchia, ma la fatica viene ripagata dalla bellezza inaudita di questo luogo.

Chiama
Raggiungici