Benessere
Booking online by Hotel.BB

Benessere

Terme e Benessere

Questo piccolo angolo di paradiso, che non a caso per secoli è stato il regno del relax per le grandi popolazioni antiche, è una delle mete privilegiate per gli amanti del wellness.

Sono celebri in tutto il mondo le immagini di quelle particolari vasche formate dal torrente Gorello alle Cascate del Mulino, quindi se dici terme in Toscana si pensa subito a Saturnia, ma questa suggestiva realtà quella non è l’unica offerta termale  in questa terra.

Non lontano da lì, sulla strada che unisce due delle celebri città del tufo, Sorano e Pitigliano, si trovano le Terme di Sorano nate da quello che era il Bagno dei Frati che abitavano la Pieve di S.Maria dell’Aquila. Recuperato dopo anni di abbandono, è oggi la sede di uno stabilimento termale tra i più belli della zona, con due grandi piscine ed un centro benessere, circondato da un grande parco naturale. L’acqua sgorga dalle sorgenti a 37 gradi e per le sue caratteristiche è particolarmente indicata per le patologie dermatologiche.

Al confine tra le provincie di Grosseto e Siena ci sono le Terme del Petriolo, note già dall’epoca degli Etruschi. L’acqua sulfurea che sgorga alla temperatura di 43 gradi si unisce a quella incontaminata del fiume Farma, raggiungendo in questo modo una temperatura che ne consente il libero utilizzo all’interno di vasche naturali. A monte si trova lo stabilimento termale SPA Terme di Petriolo, che offre anche servizi di wellness presso il suo centro benessere. La SPA è raggiungibile dalla strada provinciale che collega Siena e Grosseto. Le proprietà dell’acqua la rendono particolarmente indicata sia per le malattie osteoarticolari sia per la cura di disturbi dell’apparato respiratorio.

Percorrendo la via Aurelia verso Livorno, invece, si incontra la località termale di Venturina, con il suo moderno stabilimento Terme di Calidario. La struttura  possiede una grande piscina di circa 3.000mq alimentata da più sorgenti di acqua che si attestano su una temperatura di circa 36 gradi ed una zona al coperto, il thermarium, con una SPA con sauna, bagno turco e gli altri servizi classici per il wellness.

A proposito di Saturnia, invece, forse non tutti sanno che il suo nome è legato ad una particolare leggenda: si racconta che l’antico dio Saturno, in un momento di collera con gli umani, come gesto di disprezzo scagliò un fulmine sulla terra e proprio in quel punto si aprì un cratere da cui sgorgava acqua calda.

Qui si trova lo stabilimento termale Terme di Saturnia, un Resort con parco termale, SPA e Golf Club, mentre a pochi metri ci sono le Cascate del Mulino conosciute come le migliori terme libere al mondo.

E se le temperature estive non invogliano a bagnarsi nelle calde acque termali, la Maremma offre anche dove rinfrescarsi mentre si è in giro per le sue verdi colline…

Nelle Colline Metallifere, vicino al vecchio borgo minerario de La Pesta, c’è l’oasi naturalistica del Lago dell’Accesa, nella quale si trovano i resti di alcuni antichi villaggi minerari etruschi, e lungo le cui sponde è possibile prendere il sole e fare un bel bagno. Il Lago ha una profondità media di circa 30 metri e da qui nasce il fiume Bruna.

Più verso l’intero si trova la zona nota con il nome di Val di Farma, che con i suoi canaloni merita una visita. Ci si arriva dopo Torniella, piccola frazione di Roccastrada, svoltando sulla destra nella strada sterrata dopo il ponte sul fiume. Lasciata la macchina , dopo una passeggiata di circa 20 minuti il Farma vi accoglierà con le piscine naturali che ha scavato, circondate da massi levigati perfetti per crogiolarsi al sole, e da  piccole spiaggette di ghiaia. La riserva naturale fa parte del Geoparco delle Colline Metallifere grossetane (Tuscan Mining Geopark).

Chiama
Raggiungici