Costa degli Etruschi
Booking online by Hotel.BB

Costa degli Etruschi

Costa degli Etruschi

La Costa degli Etruschi è una delle zone più caratteristiche e particolari della Maremma Toscana. Come suggerisce il nome si tratta di un lembo di terra che nel passato ha visto fiorire importanti centri di origine etrusca già a partire dal IX secolo a.c. ed i siti archeologici e le necropoli raccontano questa storia millenaria di grande fascino. Nel Parco Archeologico di Baratti, situato tra le località di San Vincenzo e Piombino, sono conservate le testimonianze più significative della colonizzazione di questa terra. La Costa degli Etruschi comprende anche le zone archeologiche e naturalistiche dei Parchi della Val di Cornia, il Parco costiero di Rimigliano e quello della Sterpaia. Lo scenario più bello di questa area costiera è fornito dal golfo di Baratti sul quale si affaccia la fortezza di Populonia, unica metropoli etrusca con sbocco sul mare. 

Baratti

Al confine tra il Mar Tirreno ed il Ligure, il Golfo di Baratti era tra i principali porti etruschi del litorale toscano. Qui, in prossimità dell villaggio, gli Etruschi diedero vita ad un importante centro industriale legato alla lavorazione del ferro.  

A testimonianza di ciò, le fornaci, i tumuli sepolcrali ed i tanti reperti archeologici qui rinvenuti.

Il particolare colore che i residui ferrosi delle antiche lavorazioni hanno prodotto miscelandosi con la sabbia, è divenuto il segno distintivo di questa località

Al confine del villaggio di Baratti  si trova il parco naturale di Rimigliano, un’area verde composta da fitte pinete e da bellissime spiagge.

Populonia

Populonia è la testimonianza vivente della grandiosità dell’antica cultura etrusca e dell’importanza che la Maremma ha avuto per lo sviluppo di questo popolo. Unica metropoli etrusca con sbocco sul mare,Populonia è stata un antica città-stato dell’Etruria, posta sulla collina dalla quale dominava il promontorio che formava il golfo di Baratti. Secondo gli storici la città veniva conosciuta con più nomi, tra cui Pupluna che è quello giunto fino a noi.  

L’antico villaggio è una sorta di museo a cielo aperto che si divide tra acropoli (il centro urbano) posta nel punto più alto della collina e necropoli (zona di sepoltura) collocata a valle dove forma il Parco Archeologico di Baratti e Populonia. 

L’acropoli rappresentava il fulcro cittadino dove tutt’oggi è possibile ammirare reperti archeologici provenienti da diverse epoche che raccontano lo sviluppo di questa città. La principale attrazione simbolo di Populonia è la rocca che si trova in cima ad una strada in salita lastricata da gradoni dalla quale si snodano una serie di vicoli ricchi di botteghe artigiane.

La maggior parte degli oggetti e documenti rinvenuti in questa area, oggi sono conservati ed esposti presso il museo Archeologico di Populonia a Piombino.

Chiama
Raggiungici