Abbiamo sempre cercato di vivere in equilibrio con l’ambiente e in questo posto abbiamo trovato le condizioni ottimali per realizzare il progetto di un borgo completamente ecologico per condividere con amici e ospiti un’esperienza di soggiorno sostenibile.
Questo è un luogo dove la presenza della natura si avverte fortissima, immerso nel bosco del parco delle Bandite di Scarlino e a due passi dal mare di Follonica e Punta Ala.
Legno, Sole e Sale sono i tre elementi naturali che hanno avuto un ruolo fondamentale in questo progetto e il loro corretto uso ha consentito il raggiungimento di un rapporto equilibrato con l’ambiente.

  • Le ville sono state infatti costruite in legno, con il sistema X-LAM per le pareti portanti e per i solai, mentre i tetti sono stati realizzati con travi e travicelli in legno sormontate da un tavolato. Un pacchetto di isolamento termico di fibra di legno è stato applicato alle pareti perimetrali esterne. Questa scelta, insieme a quella di infissi in legno di alta qualità, ha permesso di ottenere ottime prestazioni di efficienza energetica.
  • Il sole fornisce l’energia necessaria al funzionamento del borgo. Un impianto fotovoltaico da 20 KW trasforma i raggi di sole nell’energia elettrica usata dagli impianti delle ville e della piscina. Gli impianti di climatizzazione sono realizzati con una pompa di calore accoppiata ai pannelli solari, in modo tale da utilizzare l’energia del sole per produrre acqua calda ed accumularla in un serbatoio per poi distribuirla ai fan-coils ed ai rubinetti.
  • La grande piscina a sfioro, che sembra una terrazza sulla vallata verso Massa Marittima, utilizza sale da cucina anziché prodotti chimici per la filtrazione dell’acqua.

Abbiamo dedicato particolare attenzione anche alla qualità dei materiali di finitura, come ad esempio le vernici murali, che sono a base di agrumi, senza solventi chimici, per offrire ambienti in cui soggiornare che siano esenti da emissioni; ed abbiamo utilizzato per le coperture dei tetti tegole in cotto recuperate da una antico fabbricato.
I prati, i giardini e le piante che ornano il borgo sono curate e mantenute con tecniche biologiche, senza l’uso di prodotti chimici, e vengono irrigati con l’acqua del pozzo realizzato nel borgo. L’acqua utilizzata per irrigare ritorna in parte, attraverso il terreno, ad alimentare il pozzo, creando così un ciclo virtuoso.