Cosa fare in Maremma

Le città dell’arte e della cultura, i siti Etruschi ed i borghi medievali, le zone termali e il mare azzurro ed incontaminato della Maremma.
Siena, Pisa, Montalcino, Massa Marittima sono a pochi chilometri. Se siete amanti della natura, avrete la possibilità di organizzare passeggiate tra i sentieri del Parco, ma se preferite una vacanza nel segno del relax e del benessere potrete godervi il blu cristallino del mare, o le acque calde delle terme di Saturnia, del Calidario e del Petriolo.
E se vorrete scoprire i sapori della Maremma, potremo segnalarvi dalla trattoria di famiglia all’osteria di ‘tendenza’, dal ristorante sul mare a quello nel bosco, e seguendo “le Strade del Vino” potrete incontrare i segni che grandi architetti contemporanei hanno lasciato sul territorio, proprio lì a pochi minuti dai siti archeologici e dalle tombe etrusche.
E ancora le sagre, il grande jazz, la lirica in piazza, spettacoli e concerti, ma anche soltanto il cinguettio degli uccelli a colazione, il fresco di un tuffo in piscina ed il piacere di perdere lo sguardo sui colori del bosco e dei tramonti comodamente seduti qui, al Poggio la Croce.

Tutto mare

In Maremma c’è tutto il mare che volete: tra Puntone di Scarlino e Follonica troverete spiagge bianche con acque poco profonde ed ombreggianti pinete. Alle spiagge di Torre Mozza, Carbonifera e Mortelliccio, troverete acque più profonde.
Al Parco delle Cale tra Puntone e Punta Ala, cala Martina e cala Le Donne hanno gli scogli, mentre le bellissime cala Violina e cala Civette sono insenature di sabbia con acqua cristallina.
Verso Nord, nel Golfo di Baratti,  pinete, spiaggia e scoglio lì ad un passo dalla antica città etrusca di Populonia.

Una gita in barca

L’arcipelago Toscano è qui di fronte: per visitarlo si può noleggiare un gommone per un bagno rinfrescante nelle acque dei vicini isolotti di Cerboli, Palmaiola e dello Sparviero, oppure partecipare a gite organizzate alle isole maggiori, che in estate partono dai porti di Castiglione della Pescaia, Piombino, Porto santo Stefano verso Elba, Giglio, Giannutri, Capraia, Montecristo.
Da Piombino ci sono i collegamenti che permettono di raggiungere l’Isola d’Elba anche con l’auto.

Passeggiando per i boschi

Più di 40 sentieri numerati attraversano i boschi dalle vette delle colline fino ad arrivare alle acque limpide della costa: centinaia di chilometri utilizzati già nel medioevo, nei boschi di castagni, querce, ginestre e corbezzoli del parco delle Bandite di Scarlino, percorribili a piedi, a cavallo ed in bicicletta (MTB).

Il mondo sotterraneo

Visitare i musei delle miniere ed il parco minerario naturalistico di Gavorrano, è il modo migliore per conoscere la storia delle Colline Metallifere, che devono il loro nome ai ricchi giacimenti minerari conosciuti già dal tempo degli Etruschi. Esperienza resa ancor più suggestiva dalla ricostruzione attraverso immagini, suoni ed audiovisivi che troverete visitando il MAGMA di Follonica.

Itinerari e luoghi insoliti

I Giardini d'Artista

Giardini segnati e disegnati da mani sapienti, da menti d’artista:

  • Il Giardino d’Artista di Mauro Corbani a Scarlino
  • Il Giardino dei Tarocchi di Niki de Saint Phalle in loc. Garavicchio (Capalbio)
  • Il Giardino dei Suoni  di Paul Fuchs a Boccheggiano
  • Il Giardino di Daniel Spoerri a Seggiano
  • Rodolfo Lacquaniti ed il suo Viaggio di Ritorno a Buriano

Le Cantine ``d'Autore``

Progettate da grandi architetti per gli eccellenti vini maremmani:

  • Cantina Rocca di Frassinello (progetto Renzo Piano) a Gavorrano
  • Cantina Le Mortelle (progetto Hydea srl) a Castiglione della Pescaia
  • Cantina Petra (progetto Mario Botta) a Suvereto

Le zone umide

Con il suo nome “Maremma” racconta già di specchi d’acqua interni, di zone umide oggi diventate aree naturali protette:

  • Padule di Scarlino
  • Diaccia Botrona
  • Parco della Maremma
  • Lago di Burano
  • Laguna di Orbetello